Narciso Malatesta

Narciso Malatesta - Falconiere
Narciso Malatesta
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Narciso Malatesta (Venezia, 26 ottobre 1835 - Cilla Rometta vicino Sassuolo, 26 settembre 1896) è stato un pittore italiano, attivo a Modena, soprattutto raffiguranti soggetti storici e sacri in stile realista.

Era il figlio del pittore Adeodato Malatesta. Narciso prima ha studiato presso l'Accademia di Belle Arti Modenese. Dopo aver studiato a Modena, si recò a Firenze. Nel 1860, sposò Adele Mari, figlia di un deputato al Parlamento, Adriano Mari; il loro figlio, Baccio, sarebbe diventato direttore del Gazzettino letterario artistico di Firenze [1] Tra le sue opere sono Il Falconiere (Pinacoteca di Brera, Milano).; Il Numismatico (Accademia di Belle Arti di Modena); Il Varchi che legge le Storie di Cosimo de 'Medici (Galleria d'Arte Moderna di Firenze); Carlo d 'Angiò Che visita Lo Studio di Cimabue; Dante Che riceve Boccaccio; La moneta antica; La famiglia del disertore; L 'Aia di Mileto Che ritrae Giulio Cesare; e La famiglia del Saltimbanco. Malatesta è stato professore di design, fotografia, e la topografia al militare Scuola di Modena.
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy